Viaggiare durante la pandemia: incoscienza o ipocondria?

Ho scelto due parole forti perché per me è il vero dubbio amletico che ci dilania: viaggiare durante la pandemia è da stupide incoscienti? non farlo è da ipocondriache disagiate? Perché la paura è questa: farsi contagiare su un treno, un aereo, per strada, in albergo. La cosa migliore allora sarebbe chiudersi in casa in…

Viaggio in cortile: la vita ai tempi del Coronavirus

In quarantena, per molti il cortile è la salvezza. Appena è scoppiato il delirio mi sono trasferita dal mio ragazzo. Ero già di casa, ma è assurdo come si possa vivere a pochi metri di distanza senza conoscere i vicini. Solo “grazie” a una pandemia abbiamo ritrovato il giusto tempo da dedicarci. È questa la…

Coronavirus: cosa dobbiamo imparare da questa lezione di vita

Un paio di settimane fa avevo scritto sui social che non avrei parlato del Coronavirus, volevo il mio blog fosse un momento di svago per pensare ai viaggi futuri, perché prima o poi saremmo tornati alla normalità. L’ho sottovalutato fino alla fine, povera ingenua. Detto questo, non sono una virologa e nemmeno una di quelle…

Mea culpa: viaggio da sola anche se NON sono single

Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa, NON sono single e nonostante questo viaggio da sola. Mettiamola così: se ci piace la pizza, smettiamo di mangiarla dopo aver incontrato il principe azzurro? Direi di no, perché mai dovremmo smettere di fare qualcosa che ci piace? Perlomeno, questa è la mia visione di un rapporto sano….

Viaggio e globalizzazione: seguiamo il gregge?

Nell’era della globalizzazione, anche la scelta delle mete di viaggio è globalizzata? Piacciono a tutti le stesse cose? Il concetto di bellezza è un canone imposto che assorbiamo senza manco rendercene conto? Queste domande marzulliane mi sono sorte dopo il viaggio a Sofia. Ho amato la capitale bulgara, eppure i turisti erano pochi, e in…