10 consigli per viaggiare bene (e meglio)

Non vi scrivo dal mio piedistallo di viaggiatrice perfetta, tutt’altro! Questi consigli per viaggiare sempre meglio sono infatti sia per voi, sia per me, perché sono frutto delle mie ultime esperienze. Un po’ osservando il comportamento altrui, un po’ osservando il mio, mi rendo conto che non solo la fretta è una cattiva consigliera, ma lo è anche la superficialità. Per cui mi sono ripromessa di stare più attenta, e di elargire queste perle di saggezza non richieste, magari toccano anche le vostre corde!

consigli per viaggiare

Viaggiare più green
Questo è il primo consiglio che mi viene, visti i tempi in cui viviamo. Dormendo negli ostelli, condivido gli spazi comuni con molte persone, e vedo spesso viaggiatori che se ne fregano altamente della sostenibilità, sparando appalla l’aria condizionata tanto che ad agosto devi dormire col piumino, per fare un esempio. Con tutte le informazioni che girano tra web, tv e giornali non ci sono più scuse. Lamentarsi di fronte a una simile indifferenza è un dovere, il pianeta è di tutti!

Abbasso i cellulari
Sono convinta che i cellulari ci stiano rovinando anche quando siamo in viaggio. Chattare in mille gruppi su WhatsApp, postare foto, curiosare sui social mentre siamo in esplorazione è tutto tempo che rubiamo al nostro viaggio. Guardiamoci intorno, osserviamo, chiacchieriamo con persone in carne e ossa. Mi accorgo della mia dipendenza quando sono all’estero e mi connetto principalmente via Wifi. Vivo molto più intensamente perché non vengo distratta ogni due secondi dalle notifiche.

consigli per viaggiare

Essere più rispettose
L’estate scorsa a Dubrovnik, città invasa dai turisti, ne ho viste di tutte, e una cosa che mi dava i nervi era la gente che entrava in chiesa completamente indifferente ai cartelli su cui erano vietate canottiere, pantaloncini ecc. E ve lo dice una che non è credente, ma che sclera quando non c’è buon senso. Questo non vale solo nei luoghi di culto, ma per qualsiasi consuetudine del Paese che visitiamo: adeguiamoci e portiamo rispetto ai suoi abitanti, altrimenti stiamocene a casa (a mio modesto parere).

Meno Maps-dipendenza
Torniamo alla tecnologia ma in un altro senso. Ci sono persone che senza Google Maps non si muovono. O meglio, lo seguono come un faro nella tempesta senza pensare, senza prendere punti di riferimento, senza capire dove si trova. Può succedere che il cellulare non funzioni più (ad esempio caschi nel wc, come alla sottoscritta) e bisogna saper sopravvivere senza, soprattutto viaggiando da sole. L’idea di dipendere così tanto da un device mi mette angoscia. Evviva le mappe di carta!

consigli per viaggiare

Less is sempre more
Nei miei ultimi viaggi ho imparato molto in questo senso. Ho capito che non voglio più fare viaggi “mordi e fuggi”. Certo, il tempo a disposizione è poco e la voglia di scoprire il mondo è tanta, è difficile resistere alla curiosità, ma onestamente se devo scegliere tra visitare in una settimana due città o una sola, scelgo la seconda opzione. Le giornate dovrebbero essere di 48 ore per rendere davvero, ma puntare sulla qualità e non sulla quantità è la svolta a mio avviso.

Aprirsi alle persone
Più viaggio, più ne sono convinta: non basta un bel panorama, una bella città per fare un bel viaggio. Sono le persone che si conoscono a renderlo speciale. E lo dico sempre: viaggiando da sole è più facile socializzare di quanto si pensi. Detto questo, ognuna è fatta a modo proprio e non dobbiamo buttarci in chiacchiere se non ci va, ma essere comunque aperte secondo me porta buone cose. Lavorare negli ostelli mi ha permesso di conoscere una fauna umana incredibile!

consigli per viaggiare

Prepararsi in anticipo
Un errore che faccio sempre più spesso è ridurmi a leggere in aeroporto, prima di partire, la guida o i vari siti/blog che mi interessano. Documentarsi sul posto che si visita, prendere appunti è una fase pre-viaggio essenziale. Storia, politica, romanzi, così si arriva se non proprio preparate, almeno con una bella infarinatura. E poi ovviamente cosa vedere (io per esempio amo i mercati). A questo si aggiungono gli indispensabili consigli dei locals una volta giunte a destinazione!

Fiducia ai posti meno turistici
Il viaggio a Sofia in Bulgaria mi ha aperto gli occhi! Visitare Paesi meno turistici è una cosa fantastica! Niente ressa ma molta autenticità in tutto, dai prodotti nei negozi (abbasso i souvenir!) al menù dei ristoranti (piatti locali e non spaghetti alla bolognese). Ci si gode tutto molto di più insomma. Spesso quando parliamo di mete meno gettonate, amici e parenti storcono il naso perché pensano siano meno sicure per viaggiare da sole, quando invece per me non incide.

consigli per viaggiare

Viaggiare slow
Quando visitiamo una città ad esempio, schizzare come una pallina nel flipper da un posto all’altro non aggiunge nulla al nostro viaggio, anzi, toglie la calma che ci permette di godere appieno quello che ci circonda. A volte si “impara” di più passando ore intere in una caffetteria, guardando la vita che ci scorre davanti, chiacchierando coi camerieri, assaggiando una prelibatezza locale. Dimentichiamoci l’orologio, viaggiando da sole possiamo farlo e seguire i nostri ritmi.

Viaggiare in tutte le stagioni
Da quando sono diventata una viaggiatrice compulsiva, non mi interessa più se fa caldo o freddo, ogni stagione ha i suoi lati positivi e negativi. Ok, a gennaio non ci si può sdraiare al parco in canottiera, ma si può godere ad esempio di bar e locali che nei mesi freddi danno il meglio di sé (un buon rosso in un’enoteca tutta legno mentre fuori soffia il vento non ci piace?). Penso anche io che con la luce dell’estate i colori siano unici, ma non deve diventare un limite.

consigli per viaggiare

0 commenti Aggiungi il tuo

  1. Morgana💜 ha detto:

    Ottimo post! super d’accordo😉🌏

    1. Grazie cara, l’unione fa la forza 😊

    1. Grazie😊 Comunque fra 10 giorni parto e non ho ancora letto niente 😁 Ma sta volta mi impegno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.