Podcast in italiano per chi ama viaggiare (anche con le orecchie)

Vi consiglio i miei podcast preferiti in italiano per viaggiare (anche con le orecchie) in Cina sul risciò, in mare con donne pirata e per città ultraterrene

Quando ho scoperto i podcast mesi fa è scoppiato l’amore, e l’entusiasmo iniziale non si è per niente affievolito, anzi! Questi programmi audio on demand con le loro puntate sono una compagnia quotidiana per me. Li ascolto mentre cucino, guido, faccio stretching o sono comodamente svaccata sul divano. Ma soprattutto, mi portano in giro il mondo! Da brava viaggiatrice compulsiva infatti ho trovato dei podcast che mi han fatto scoprire nuove mete vicine e lontane, culture diverse, e donne che come me hanno fatto del viaggio la loro passione. Mettetevi comode che vi consiglio i miei podcast del cuore: pronte?

podcast in italiano per viaggiare

Da Costa a Costa

Interessantissimo progetto condotto da Francesco Costa, giornalista esperto di politica made in USA. Oltre che dal punto di vista politico, di riflesso ci racconta l’America a livello culturale, sociale e di costume. C’è da molto tempo, dal 2016 per l’esattezza, ed è arrivato alla quarta stagione. Lo sento da quest’anno, e soprattutto in un periodo molto “intenso” per gli States, tra il movimento Black Lives Matter contro il razzismo e le elezioni presidenziali, mi sta illuminando su tanti aspetti di cui sapevo poco o nulla. E devo dire che Francesco Costa mi piace, tratta le varie tematiche in modo approfondito ma al tempo stesso semplice. Insomma se volete fare un tuffo nella cultura americana, lui la spiega davvero bene.

Camposanto

Ecco una chicca speciale. Ho sempre pensato i cimiteri dicessero molto del popolo che ospitano, e quando ho abbastanza tempo li visito durante i miei viaggi. Il modo in cui si affronta la morte infatti non è uguale per tutti. Potete quindi immaginare il piacere di scovare un podcast dedicato proprio a queste città ultraterrene. L’autrice è Giulia Depentor, cacciatrice di cimiteri in giro per il mondo, da Venezia alla Sierra Nevada, da Tokyo a Oslo. Amo la delicatezza con cui Giulia tocca un argomento così sensibile, immaginando la vita delle persone ritratte nelle foto sbiadite con tutto il rispetto che meritano. Mi basta sentire la fantastica sigla in sottofondo per chiudere gli occhi e ritrovarmi in questi luoghi di pace e calma celestiale.

podcast in italiano per viaggiare

Risciò

Pronte per andare virtualmente a spasso per la Cina sui tradizionali taxi a pedali? Ho divorato questo podcast durante il lockdown. Ad aprile infatti c’è stata l’ultima puntata, ma incrocio le dita sperando in un’altra stagione. A condurlo ci sono Giada Messetti (sinologa) e Simone Pieranni (giornalista che si occupa di esteri), che in Cina ci hanno vissuto e che la Cina la amano. Si parla delle tante contraddizioni di questo immenso Paese e dei suoi miliardi di abitanti. Fra gli argomenti non mancano la politica, i grandi milionari, la censura online, gli investimenti in tecnologia, i rapporti con gli USA. E non manca nemmeno il Covid. Il pregio di Risciò secondo me è di far conoscere la Cina andando oltre i soliti stereotipi triti e ritriti.

Le Intrepide

Con puntate veloci e incisive questo podcast parla di grandi donne del passato e delle loro incredibili imprese. E si raccontano in prima persona attraverso delle interviste. Come vi chiedete? Con le voci delle autrici del podcast, Sara Mostaccio (fritha su Instagram, giornalista e divoratrice di libri dal sapere enciclopedico) e Assya D’Ascoli (speaker radiofonica). La prima stagione è dedicata alle viaggiatrici, donne che hanno lottato contro rigidità mentali e culturali per avverare i propri sogni. Chi fa il giro del mondo in bicicletta, chi scala il Monte Bianco, chi fa la piratessa e chi si traveste da uomo pur di viaggiare. Insomma esempi di donne che non avevano nemmeno il diritto di voto ma hanno saputo prendersi quello che volevano.

podcast in italiano per viaggiare

Nomadismo professionale

Cristina Cassese ha ideato un podcast stra interessante per chi viaggia. È dedicato all’antropologia culturale, offrendoci uno sguardo didattico sul rapporto con l’altro. Perché cos’è viaggiare se non il confronto con culture e popoli diversi da noi? Non bisogna quindi giudicare tutto con i propri parametri culturali come fossero unici e soli, perché come si dice da sempre “il mondo è bello perché è vario”. È quindi un podcast che dà un valido punto di vista accademico, grazie anche alle tantissime fonti che Cristina consiglia. Tocca vari argomenti come ad esempio i rom (nomadi per eccellenza), le classificazioni razziali, la cultura del cibo e l’identità sessuale, facendoci scoprire come tutto questo sia relativo al Paese in cui ci si trova.

Cemento

Ultimo ma non certo per qualità, Cemento è il primo amore, e il primo amore non si scorda mai! Gli ho dedicato un intero articolo mesi fa perché è fatto davvero bene e parla di mete molto poco conosciute ma altrettanto accattivanti, quelle del vecchio e nuovo Est. Mentre nella prima stagione i suoi autori (Eleonora Sacco e Angelo Zinna) ci danno un’infarinatura generale di questa parte di mondo spesso impronunciabile, nella seconda vanno più in profondità. Toccano varie tematiche come ad esempio i grandi fallimenti, i grandi disastri ecologici, le esplorazioni spaziali, i Paesi non riconosciuti praticamente da nessuno se non da altri Paesi altrettanto non riconosciuti. Storie ex sovietiche insomma. Ma basta spoiler, ascoltatelo!

podcast in italiano per viaggiare

Vi consiglio poi altri due podcast che non ho ascoltato ma che mi incuriosiscono parecchio:

  • Per antiche strade: racconta in otto puntate l’omonimo libro dedicato alle strade europee, percorse per migliaia di anni da banditi, ciclisti, viaggiatori. Ho sentito un pezzo della prima puntata, mi è piaciuta e ho deciso di interromperla per leggere il libro
  • Hummus: mi piacerebbe molto ascoltarlo, ma è a pagamento e io sono una gran taccagna! Ma visto che non tutte avete le braccine corte come le mie, ve lo segnalo! È dedicato al mondo musulmano, un prontuario sull’Islam per principianti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.